La magia del fiume Ebro

 

Il fiume Ebro negli ultimi 15 anni è diventato la destinazione Europea più ambita per molti pescatori. Sono oramai sette anni che questo splendido fiume mi regala immense soddisfazioni, ma devo dire che negli ultimi due anni mi ha fatto scoprire la passione più grande…la pesca alla spigola in passata con la bolognese.

Una leggerissima brezza spira accarezzando le placide acque del corso d’acqua, tutt’intorno la natura si presenta con i classici colori autunnali, anche una leggera nebbia fa capolino, tutte le volte che la brezza si ferma, lasciando spazio a temperature piacevoli, anche se molto umide. Il silenzio la fa da padrona regalandoci una tranquillità incomparabile. Ecco che il segnalatore affonda in modo repentino, la ferrata ci dà ragione e l’esile attrezzatura viene messa a dura prova. Siamo a qualche chilometro dalla foce, spigole e orate sono le prede su cui dobbiamo concentrare le nostre attenzioni. Loro sono li con la solita maliziosità che le contraddistingue. Sono diventati pesci difficili, e come tali vanno pescati, facendo sfoggio del nostro senso dell’acqua e del pesce e pescarli con le giuste malizie che ci fanno ricordare le tante giornate primaverili a caccia di cavedani. Una pesca difficile, quindi non per tutti, ma per questo affascinante e piena di soddisfazioni. In questo periodo approfittiamo quindi per andare in ferie in riva a questo splendido fiume a caccia di pesci pregiati che si faranno onore anche a tavola.

Paella andando a pesca alla spigola nel fiume Ebro



Lo spot nel fiume Ebro

L’influenza dei movimenti di marea daranno luogo ad un innalzamento repentino del livello dell’acqua. Ogni volta che questo accade se non avremo il fondo giusto saremo fuori pesca e, quindi, non vedremo nemmeno un’abboccata. Un consiglio è quello di osservare spesso un sasso o un riferimento immerso in acqua per vedere quando si innalza il livello. Oltre a questo fenomeno, la marea influenza anche la corrente che non scorrerà mai in un solo verso e quindi assisteremo a continui sbalzi d’acqua. Spesso, in foce ci troviamo di fronte al fenomeno della doppia corrente. Ciò avviene quando l’acqua salata del mare, si insinua nella foce e tende a risalire. Ci accorgiamo di questo fenomeno osservando il galleggiante la cui deriva sarà orientata verso la sorgente mentre l’antenna si piegherà verso la foce. Bisogna fare attenzione a pasturare se si usano i bigattini sfusi, perchè dopo una breve discesa in acqua dolce verso il mare, quando entrano nella corrente salata che risale il fiume prendono la direzione contraria a prima. La pesca alla spigola nel fiume Ebro è uno degli itinerari più apprezzati dai nostri lettori.

Pesca alla spigola nel fiume Ebro

Pesca alla spigola nel fiume Ebro

Molta corrente, pesce difficile

Pesca alla spigola nel fiume Ebro

Pesca alla spigola nel fiume Ebro

La spigola è uno dei pesci più difficili da catturare ma allo stesso tempo più ricercato dai pescatori sportivi e può essere insidiato con diverse tecniche di pesca, ma quando arriva la stagione autunnale la mia preferita è da riva, ovviamente perchè la taglia è decisamente più grande. Il fiume Ebro è molto popolato da questo splendido esemplare. Conosciuto come un predatore molto vorace, è sempre a caccia di piccoli pesci, molluschi vermi o gamberi, soprattutto nelle ore buie.

Da giovane ha l’abitudine di muoversi in branchi, poi con il tempo e l’aumento della taglia, tende ad isolarsi e a cacciare da sola, fino al momento della riproduzione quando si riunisce al branco per un determinato periodo. Insomma, la pesca alla spigola non è una cosa semplice.



Spigole pescate nel fiume Ebro

Spigole pescate nel fiume Ebro

La montatura ideale per la pesca alla spigola

Nel momento in cui la marea spinge e ci troviamo di fronte un certo flusso di corrente vi consiglio l’uso di una lenza pesante quanto basta per fare una passata naturale, perchè la spigola tende a cambiare direzione dal fondo verso la superficie o viceversa. Il disegno illustra la geometria di piombi per la realizzazione di questa lenza che può essere impiegata con successo in molte acque medio lente.

Lenza per spigole in foce

Lenza per spigole in foce

Come arrivare

Il modo più comodo per arrivare sul fiume Ebro, è in auto; dato che i bigattini non sono affatto facili da reperire in quelle zone (su ordinazione arrivano dalla Francia e hanno un costo proibitivo), dovete portarveli da casa e considerare almeno un kg al giorno. Un altro motivo (credo il più importante) è la soddisfazione di tornare a casa con il “bottino”. Quindi avrete bisogno di un frigo portatile di almeno 60 lt. per i bigattini all’andata e per le spigole al ritorno.

 

Per vedere altre immagini potete andare sulla nostra pagina Facebook a questo indirizzo

4 Comments

  1. Stefano 23 Gennaio 2016
  2. Enrico 23 Febbraio 2019
    • Merlotto 14 Aprile 2019
  3. Paolo 16 Febbraio 2020

Leave a Reply